VALSTAGNA. Il Comune guarda all'Altopiano

20/03/2012 Il Giornale di Vicenza
Zoom Foto
Terre del Brenta, Valstagna esce

Valstagna recede dall'associazione “Terre del Brenta”, iniziativa a partecipazione pubblica e privata alla quale il Comune aveva aderito con delibera del 2007. Aveva la finalità di promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio, coinvolgendo prevalentemente comuni di pianura. Il recesso è stato approvato all'unanimità nel recente consiglio comunale. «L'Amministrazione ha ritenuto di uscire dall'Agenzia - ha precisato il sindaco Angelo Moro - in quanto nel nostro territorio non ha prodotto alcuna iniziativa ed alcun risultato concreto. Gli interessi del Comune si sono rivolti al Piano programmatico d'area, che comprende l'Altopiano dei Sette Comuni, attraverso il quale verranno realizzati vari interventi sul territorio per oltre 900 mila euro». Sulla gestione del servizio di segreteria comunale il Consiglio ha deliberato la modifica della convenzione stipulata nel 2010 con il Comune di Crespano. Una nuova convenzione, sottoscritta il 14 febbraio scorso, definisce Mussolente il Comune capo convenzione, in sostituzione di Crespano, per il maggior numero di abitanti. Il provvedimento, reso necessario dalla nuova normativa, conferma lo stesso orario di servizio di segreteria per i Comuni di San Nazario e Cismon (4 ore settimanali) e per Valstagna (8 ore). Per i lavori di ammodernamento della strada comunale “Valgadena", nel tratto "Ponte Palazzon-Costa", il Comune ha acquisito le aree utilizzate per l'allargamento e adottato i provvedimenti espropriatori per opera di pubblica utilità. A lavori ultimati del primo stralcio funzionale è stata approvata la contabilità finale e il provvedimento di liquidazione comunicato ai proprietari. Sono stati occupati circa 1300 metri quadrati di superficie che saranno pagati 10 euro al metro quadro. Infine il Consiglio ha approvato un ordine del giorno per la salvaguardia del Tribunale di Bassano del Grappa.

Renato Pontarollo