VALSTAGNA. Un Piano per modificare l'attuale assetto viario
«I nuovi posti auto bloccano la visibilità nelle manovre di immissione sul lungo Brenta» Passaggi pedonali rialzati e nuova segnaletica

05/07/2013 giornale di vicenza
Zoom Foto
La scarsa visibilità all'uscita dal centro storico di Valstagna

Sul cambio della viabilità nel centro di Valstagna, che nei mesi scorsi aveva accesso svariate polemiche circa la diminuzione dei posti auto, il parziale isolamento di piazza San Marco e la sicurezza dei nuovi accessi, si ipotizzano le prime modifiche. Le nuove soluzioni sono arrivate dopo un incontro tra Amministrazione e commercianti, finalizzato a migliorare segnaletica, accessi e distribuzione dei parcheggi soprattutto nella zona che dalla piazza principale porta a via Roma, dove i nuovi posti auto a spina di pesce bloccano drasticamente la visibilità nelle manovre di immissione al lungo Brenta. Le lamentele sono unanimi, e tutte incentrate sulla nuova uscita a nord della piazza, resa particolarmente pericolosa sia dalla diminuzione della visibilità che spesso porta gli automobilisti a superare il segnale di stop, sia dal fatto che il doppio senso di marcia (ricavato dall'allargamento della carreggiata con la realizzazione del nuovo marciapiede a sbalzo sul fiume) porta i molti ciclisti che attraversano il Comune a sfrecciare lungo il nuovo rettilineo, incuranti di eventuali pericoli. «Il problema innegabilmente esiste. - spiega il sindaco Angelo Moro - È allo studio un piccolo progetto di modifica della segnaletica finalizzato ad aumentare la sicurezza. Dopo l'estate dovremmo avviare le opere di asfaltatura di un tratto di riviera, inclusa l'area di via Roma; in quell'occasione, e a progetto approvato, si procederà ad apportare le necessarie migliorie. Restiamo orgogliosi dell'opera fatta, è chiaro che serve tempo per abituarsi ai cambiamenti, quelli che abbiamo apportato con il nuovo marciapiede a sbalzo sono indubbiamente importanti per il nostro centro. Questi mesi di “prova” ci sono stati utili per capire quali piccole migliorie poter apportare, siamo certi che accontenteranno tutti». Il progetto, ancora in fase di elaborazione, punta soprattutto ad aumentare la sicurezza, per questo sono allo studio dei passaggi rialzati per gli attraversamenti pedonali, che fungerebbero anche da rallentatori della velocità. Mentre per risolvere il problema dello stop che dalla piazza si immette su via Roma si stanno valutando piccole modifiche alla disposizione dei parcheggi, mirate ad aumentare la visibilità di quel tratto. I commercianti si dicono fiduciosi, consolati anche dalle nuove zone carico-scarico di via Garibaldi, che hanno sostituito i parcheggi eliminati col doppio senso.

Francesca Cavedagna