IPA2010

Con il progetto I.P.A. (intesa programmatica d'area) dei primi mesi dell'anno 2010 (Bur n. 6 del 19/01/2010 Deliberazioni della Giunta Regionale N. 3955 del 22 dicembre 2009 Programmazione decentrata − cofinanziamento di interventi infrastrutturali sono stati individuati i progetti finanziabili ex DGR n. 1598/2009)

 Questo il progetto presentato dall' IPA Sette Comuni di cui Valstagna fa parte.

 

Dopo 3 anni invece sui quotidiani...

VALSTAGNA. Contributo regionale di 750 mila euro per il turismo
Saranno riqualificati pure Grotte di Oliero, Calieroni, ciclopista del Brenta e Alta via del tabacco «In rete i siti di interesse»

20/10/2013 giornale di vicenza

 

La Calà del Sasso. Sono in arrivo fondi per la sua valorizzazione

Un investimento di quasi un milione di euro per rilanciare il turismo. È l'obiettivo raggiunto dal Comune di Valstagna attraverso un progetto presentato all'interno dell'“Intesa programmatica d'area dell'Altopiano dei Sette Comuni”, già approvato dalle Regione, che ha stanziato il fondamentale contributo di 750 mila euro necessari a far partire i cantieri. Oltre duecentomila euro, invece, saranno stanziati dall'Amministrazione comunale. Il progetto prevede l'intervento di riqualificazione di quattro siti storico-naturalistici per uno sviluppo integrato dell'offerta turistica. Tra questi ci sono la Ciclopista del Brenta nel tratto centrale di Valstagna, l'Alta via del tabacco (che ripercorre gli antichi percorsi dei contrabbandieri), la Cala del Sasso (che con i suoi 4444 scalini collega Valstagna all'Altopiano), e il complesso delle Grotte di Oliero. «Il disegno complessivo che si è voluto definire - spiega il sindaco Angelo Moro - è quello di un'offerta turistica capace di mettere in rete le attrazioni di una zona connotata da peculiarità geologiche di rilievo internazionale. In questo senso Valstagna occupa storicamente e culturalmente una posizione strategica, in quanto noto collegamento tra le terre di Asiago e la Bassa pianura veneta, un tempo centrale per il commercio e l'economia regionale». Il progetto si suddivide in dodici diversi interventi, distribuiti su quattro aree: Oliero, Valstagna centro, Ponte Subiolo e Lobba del Sasso d'Asiago. A Valstagna, in via Roma, sarà creato uno spazio multifunzionale per i numerosi cicloturisti e sportivi di passaggio; località Cima Torre verrà interamente riqualificata con un nuovo “belvedere” sulla suggestiva zona delle cascate dei Calieroni, dove sono previste opere di sistemazione e messa in sicurezza. Nuovo volto anche per il Subiolo, con la messa in sicurezza dell'area di sosta antistante l'ingresso alle grotte, la creazione di un belvedere sul lago arricchito da arredo urbano, la ristrutturazione del fabbricato comunale (ora fatiscente) per convertirlo in centro didattico e del sentiero pedonale che conduce all'area. Importanti opere sono previste anche nel complesso carsico delle Grotte di Oliero, con nuovi servizi igienici, spogliatoi e magazzini, e con la ristrutturazione del sentiero-natura che collega l'ex-cava al parco delle grotte e dell'area annessa. Infine a Sasso Lobba verrà interessato da una profonda riqualificazione che prevede nove aree di sosta, cartellonistica, ristrutturazione della malga e dei sentieri di accesso. «Il territorio di Valstagna - conclude il sindaco Angelo Moro - sarà in grado di offrire delle attrattive turistiche non solo in estate ma durante l'intero arco dell'anno. Tutti i lavori, inoltre, saranno realizzati nel pieno rispetto dell'ambiente».

Francesca Cavedagna